JamToday a RetroFuturo per parlare di videogiochi, istruzione e lavoro

Questa domenica 28 febbraio, alle ore 16:30, saremo a RetroFuturo a parlare di videogiochi, istruzione e lavoro. Racconteremo anche cos’è successo nella scorsa edizione di JamToday Italy.
Sperando di porre le basi per organizzare la prossima.

28_febbraio_2016_RetroFuturo_locandina.png

http://www.playing.vg/news/it/retrofuturo-independent-game-culture-festival/

In questa occasione racconteremo anche di un’altra iniziativa a cui l’area Digital Learning della Fondazione Politecnico di Milano è felice di dare il proprio supporto, ossia l’Intel IoT Roadshow. Ma di quello vi racconteremo qualcosa di più presto.

02_Intel_IoT_Roadshow

 

Advertisements

I premi della JamToday

Come le jam session della musica jazz, anche la game jam ha come scopo primario quello di divertirsi, fare delle cose belle assieme, stimolare la creatività.

Però, è pur sempre una gara.

Quindi non è male, alla fine di una grande fatica di due giorni e più, poter vincere un premio.

La nostra regola impedisce di offrire premi in denaro, ma i alcuni dei generosi sponsor di JamToday Milano offriranno gratuitamente corsi e workshop intesivi di formazione e anche supporto al fundraising per il proprio progetto.

Noterete che non c’è un primo o secondo premio: li elenchiamo in ordine sparso, ma la regola sarà che i primi arrivati potranno scegliere per primi di quale premio avere, i secondi sceglieranno per secondi e così via.

Questa regola non vale per i premi del PoliHub e di Coffee Tree Studio, che sono premi speciali assegnati dagli sponsor stessi.

In più la copertura da parte dei nostri media partners garantirà ai partecipanti (e soprattutto ai vincitori) una bella visibilità. Alla JamToday di Milano saranno infatti presenti quelli di The Games Machine per realizzare un intero servizio, poi i vincitori saranno intervistati a caldo domenica stessa da Console Generation ed è programmata una chiacchierata telefonica al lunedì mattina per la prestigiosa rivista OggiScienza.
Infine AESVI ospiterà i vincitori, assieme alla Fondazione Politecnico, ad un evento del Fuori Milan Games Week.

CORSI PER I VINCITORI

imm03


logo_eventWORKSHOP premio “Digital Sculpting – Zbrush” – Il workshop è dedicato a coloro che vogliono intraprendere un percorso nella Concept Art, utilizzando come strumento Zbrush, l’applicazione standard nel settore della produzione cinematografica e del Video Game. Durante il Workshop si affronterà la creazione di una creatura partendo da un reference di base, gestendo il workflow di lavoro insieme ad insegnanti, professionisti nel settore attraverso un approccio pratico e dettagliato. La dinamica di Zbrush permette di realizzare in modo fluido un progetto creativo, attraverso gli strumenti di scultura presenti all’interno del software. Rivedi il tuo modo di concepire l’arte digitale attraverso questo essenziale strumento di lavoro.


logo_eventWORKSHOP premio “3D Maya” – Un worshop per introdurre uno dei più complessi e utilizzati software attuali: 3D Maya. Utilizzato per realizzare film di animazione 3D e Video Game, è presente anche nel campo del Design e dell’Architettura. Il workshop è tenuto da veri professionisti che lavorano attualmente presso rinomate aziende e che insegnano presso la Event Horizon School.

Render academy


PlaySys LogoCorsi Render Academy – Cinque coupon (uno per ogni componente del gruppo) validi dal 1° gennaio 2016 al 31 Dicembre 2016 per tutti i nuovi corsi offerti dalla scuola online, Render Academy, specializzata nella grafica tridimensionale e da poco academic partner di Epic Games, sviluppatore di Unreal Engine – www.renderacademy.com


PlaySys LogoLicenze Real IES – Cinque licenze (una per ogni componente del gruppo) di Real IES, il nuovo software sviluppato per generare file fotometrici impiegabili all’interno di render o scene realtime/videogiochi, creati tramite Unreal Engine. Real IES funziona in ambiente Windows e Mac e genera file compatibili con ogni applicazione o renderizzatore 3D – www.real-ies.com

SUPPORTO AL CROWFUNDING E INCUBAZIONE

10945516_983058551711952_2814116713199027278_n


LOGO_CTS_smallerTutti i progetti partecipanti alla JamToday verranno valutati dal Coffee Tree Studio e un progetto selezionato avrà la possibilità di essere accompagnato gratuitamente durante l’avventura del crowdfunding da parte di Coffee Tree Studio.
In particolare il Coffee Tree Studio fornirà supporto durante la selezione della piattaforma, la costruzione del budget, la strutturazione dell’offerta e la definizione della strategia di marketing e comunicazione.


logo def positivoPoliHub, lo startup district e incubator della Fondazione Politecnico di Milano, offrirà i servizi di incubazione (di 3 mesi) ad un progetto che verrà selezionato dal giurato di PoliHub stesso (non necessariamente il vincitore della Jam).
Il servizio di tutoring finalizzato al perfezionamento dell’idea imprenditoriale del team vincente si concretizzerà poi mediante:

  • attività di supporto alla progettazione e allo sviluppo del business plan;
  • attività di supporto nell’identificazione di fonti di finanziamento;
  • attività di supporto all’ampliamento del network; supporto nelle attività di promozione, comunicazione e organizzazione eventi;
  • partecipazione a tutti gli eventi di lecture e testimonianze organizzate da PoliHub e per i quali sia previsto l’accesso pubblico.

PREMIAZIONE FINALE AL CONCORSO INTERNAZIONALE DI JAM TODAY


citilabBCNInfine, i vincitori della jam milanese parteciperanno al concorso internazionale del progetto, la cui premiazione avverrà alla JamToday Fair di Barcellona il 1 dicembre 2015, in presenza dei vincitori delle altre nazioni partecipanti e di tutti i partner del progetto.

Una ragione in più per partecipare!

Musiche e suoni con dpstudios alla JamToday

Programmatori, illustratori 2D e 3D, sceneggiatori, game designer, smanettoni di ogni genere: ci sono tutti. Ma ai suoni e alle musiche dei giochi chi ci pensa?

dpstudios-logo-completeNel nostro caso, alla JamToday del prossimo week end ci penserà Davide Pensato con i suoi dpstudios (sì, è scritto minuscolo, non è un errore!), azienda specializzata nel dare un supporto completo e scalabile per l’integrazione dell’audio nei videogiochi. L’esperienza decennale su differenti piattaforme ha permesso di sviluppare una forte professionalità e capacità di problem solving a Davide e ai suoi collaboratori, i quali hanno anche una bella esperienza di jams maturata alla Global Game Jam, dove offrono supporto a tutti i partecipanti nella realizzazione di musiche e suoni per i loro prototipi.

Da sabato a domenica dpstudios sarà dunque presente al Museo con una postazione fissa audio desk a cui affidarsi per lavorare su uno degli aspetti più importanti dei giochi: l’ambiente sonoro.

ggj-15-Audio-Desk-small

I team di sviluppo avranno così l’opportunità di collaborare con uno studio professionale che si occupa di Game Audio. All’audio desk potranno partecipare anche professionisti provenienti da altre realtà, pronti a raccogliere l’invito di Davide Pensato (fondatore di dpstudios). Il Desk coprirà tutte le esigenze dei team coinvolti nell’evento: dall’audio design fino all’integrazione finale, passando dalla creazione di suoni e musiche ad hoc. L’audio Desk è un occasione per avvicinare il mondo professionale alla scena indie, mostrando l’importanza per i professionisti di fermarsi, abbandonare la logica della monetizzazione, investendo tempo per provare a dare impulso alla scena gamedev italiana.

Cos’è una game jam?

BLOG - Game Jam

In Europa sono note da tempo, oggi anche in Italia si stanno diffondendo con successo. Ad esempio la Global Game Jam del 2015, organizzata in Italia in varie città, ha visto la location milanese (Politecnico di Milano, coordinamento Prof. Pier Luca Lanzi) al 4° posto a livello mondiale come partecipazione. Ecco come l’hanno vissuta i partecipanti: https://www.youtube.com/watch?v=hP–clnQIe0

Game jam:

  • eventi per programmatori, implementatori, pirati informatici*
  • sfide a colpi di codice (e di idee)
  • arco di tempo limitato (da poche ore a 1 settimana. 48 ore circa nel nostro caso)

http://globalgamejam.org/

*nelle game jam i partecipanti sono ormai più genericamente persone interessate ai giochi, con svariate competenze che spaziano dalla capacità di ideazione di giochi, story telling, grafica, ecc…